Studio di Architettura & Interior design Savigliano (CN)


“L’architettura è arte visiva.
Fare architettura è un modo di determinare sensazioni,
esattamente come in letteratura, pittura e scultura”.

Massimo Rosa

Massimo Rosa

Massimo Rosa

Architetto, Art director, Designer. Skipper per passione. (Savigliano, 1971).

Dopo la laurea nel 1996 presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino, apre nel 1997 il suo studio ed inizia collaborazioni che proseguono fino ad oggi con committenti privati. Lo studio si occupa dei diversi aspetti e sfaccettature del progetto, attraverso la visione professionale inter-disciplinare e umanistica di Massimo Rosa, il cui talento spazia dal design all’architettura. Ogni suo progetto è caratterizzato dall’attenta ricerca sulla storia del design e dell’architettura e dalla passione per la tecnologia ed i materiali. Famoso per i suoi progetti di linea spoglia, Rosa è spesso definito minimalista ma l’architetto preferisce parlare di semplicità. Il suo approccio contestuale - ha sempre manifestato delle prese di posizione militanti, quando non polemiche, a proposito dei problemi e delle decisioni riguardanti l’architettura delle sue zone ed in particolare della sua città - s’incentra sulla ricerca dell’essenziale, nella quale l’individuo rimane comunque sempre al centro dell’attenzione. Architetto del concetto, del contesto e dell’immagine - per Rosa l’architettura è "arte visiva - fare architettura è un modo di determinare sensazioni, esattamente come in letteratura, pittura e scultura” - incontestabilmente esigente ed originale, Rosa persegue ed elabora con pertinenza un’opera sempre aggiornata allo spirito del tempo.

Da 20 anni lavora come progettista e designer di edifici residenziali, ville ed appartamenti privati – un tipo di commessa che ama in modo particolare – showroom e negozi. Nel 2016 fonda lo Studio Massimo Rosa architetto, che si dedica in maniera specifica ed approfondita alla progettazione architettonica, all’interior design ed allo sviluppo di progetti di pura architettura.


Apartment

PALAZZO VILLA


Un appartamento nella dimora del ‘700 per una coppia di collezionisti

“Il confine tra arte contemporanea e design è molto sottile. Sia le opere che gli arredi rispecchiano la nostra identità”.

Un appartamento fuori dal comune, che i due designer sono andati a vedere la priva volta per pura curiosità. E’ stato un colpo di fulmine. Più di 150 metri quadrati inondati di luce, con soffitti alti fino a 6 metri, stuccati ed affrescati al piano nobile di un edificio settecentesco conosciuto anche come il Palazzo della Principessa Isabella di Savoia, Palazzo privato che oggi appartiene alla famiglia Villa (è una splendida dimora del ‘700 con un auditorium neogotico situato nel parco dove, nel 1890, si esibì anche il giovane Arturo Toscanini).

Bello ridisegnare la casa quando è un palazzo del ‘700 nel pieno centro storico di Savigliano. A maggior ragione se i committenti sono una coppia di collezionisti, giovani e aggiornati sul meglio dell’arte contemporanea.

Leggi tutto >


Dal Portfolio


“Non progredi est regredi”

360°


“È ora di stendere le mie bianche vele alla leggera brezza che mi annuncia essere giunta l’ora di partire
ancora una volta verso quella linea dell’orizzonte che la mia barca non raggiungerà mai…

Destino dello skipper, sempre insoddisfatto perché pensa che, sull’altra riva, sempre più lontano, debba trovarsi quello che cerca.”





Contatti