Commercial

La Mandragora, Savigliano


Un approccio poetico che punta all’essenziale.

Viviamo in una società sempre più omologata, in gran parte priva di alternative valide e originali per quanto riguarda beni e servizi e ciò che ci serve sono meno imitatori e più persone capaci di pensare e progettare in maniera originale.

Il tratto comune dei concetti progettuali utilizzati per il suddetto restyling discende da un approccio poetico che punta all’essenziale. Entrando con discrezione nel cuore della città di Savigliano, privilegiando una relazione profonda e non superficiale, di natura filosofica e culturale con il tessuto urbano. La Mandragora è riuscita a penetrarVi “emozionalmente”, con modalità del tutto sconosciute ai grandi marchi.

E’ palese che “i progetti migliori non sono mai quelli che hanno richiesto budget più elevati, o relativi ai negozi più grandi, o legati ai nomi di archistar, ma quasi sempre quelli elaborati dalle personalità più sensibili e complesse, dotate di un innato senso estetico e di una grande capacità di sviluppare la propria idea di ciò che un’architettura di interni a misura d’uomo può offrire”.

I prodotti che La Mandragora propone sono diversi per logo, consistenza, colore, odore; sono creme, erbe, unguenti, profumi, liquidi e diversi sono ovviamente i loro contenitori. La varietà degli usi ai quali i prodotti sono destinati, passa in seconda linea di fronte alla ripetitività dei modi in cui vengono presentati. Ma grazie alla ripetizione, la percezione del prodotto tende a trasformarsi in quella di un simbolo. Il meccanismo progettuale è semplice: ai simboli si associano i sogni; ciascun sogno è suscitato dal desiderio; contenuto del sogno è l’appagamento del desiderio: la Mandragora indica la strada che consente ai sogni di trovare soddisfazione.

Acquistando un prodotto nel negozio La Mandragora si ha l’impressione di compiere una trasgressione. Ma proprio questa sensazione elimina ciò che di meccanico è insito nello scambio, nell’atto stesso dell’acquistare. Sottraendo un flacone dallo scaffale dove lo si vede esposto nello spazio che gli è stato accuratamente assegnato, non si acquista soltanto un prodotto, ma si entra a far parte, o almeno questo è ciò che La Mandragora ed il suo progettista mirano a far percepire, di un mondo dove anche la più innocua delle vanità può essere soddisfatta, facendola apparire come un passo compiuto verso la conquista di uno stile di vita che annulla la distanza tra il superfluo ed il necessario.

Ricorda la titolare Antonella a proposito di questo suo luogo “il progetto, perfettamente in linea con la nostra filosofia, ci ha insegnato che l’integrazione nella comunità e l’espressione chiara e assoluta del nostro punto di vista è ciò che ci avrebbe distinto dagli altri”.

La Mandragora - Savigliano
La Mandragora - Savigliano
La Mandragora - Savigliano
La Mandragora - Savigliano
La Mandragora - Savigliano
La Mandragora, Savigliano - Lavorazioni
La Mandragora, Savigliano - Lavorazioni
La Mandragora - Savigliano
La Mandragora - Savigliano
La Mandragora - Savigliano





Contenuti recenti dal Portfolio