House

Villa minimal in campagna


Una casa dallo stile minimal costruita nel cuore della campagna cuneese


La casa è stata costruita sull’area anticamente occupata da una stalla. È un unico volume allungato su un unico piano, diviso visivamente nei due blocchi che ospitano la zona abitativa e dei servizi, per un totale di 350 mq. La geometria esatta delle linee incornicia forme sinuose ed organiche. Il gioco dei contrasti materici accende lo stupore. Infatti attenzione meticolosa è stata data ai dettagli architettonici e ai raccordi tra i vari materiali.

La casa, con il lato principale rivolto interamente a sud, è strutturata in modo da aprire il living, mettendo gli ambienti a diretto contatto col paesaggio. Per approfittare della vista (spettacolare da tutte le prospettive), il vetro non ha avuto alternative. Un’intera parete trasparente consente di annullare la materia e amplificare il rapporto tra dentro e fuori. Un tutt’uno armonico, senza interruzioni visive, cristallino entra in relazione con il panorama a trecentosessanta gradi: le montagne da un lato, i campi coltivati ed i prati dall’altro… la vera poesia è fuori, risiede nel paesaggio che entra, anche senza volere, nella casa.

Gli spazi interni sono lineari. Si è riservata molta cura all’impianto di distribuzione, pensato dall’interno, rigoroso, che comunica un senso d’ordine capace di sopportare un disordine vivace e creativo.

Gli arredi sono stati scelti personalmente dalla padrona di casa, creando un sobrio equilibrio tra involucro esterno e ambienti interni.

Il processo costruttivo non è ancora ultimato; con il tempo il giardino diventerà sempre più rigoglioso, amplificando l’emozione del design e la scelta dei solarium, delle verande e della piscina a taglio regolare.

E’ un caso riuscito tra proprietaria e architetto. Entrambi vogliono che tale modello divenga un punto di riferimento importante nel campo dell’architettura della zona. L’ambizioso progetto ha richiesto tre anni di lavoro.






Contenuti recenti dal Portfolio